logo

Interazioni culturali italo-francesi

 Italiani  nella regione dell’ Haut- Anjou
(traduzione dal francese di Mariarosa Pappalettera)

André Roland, professore di Italiano presso il Liceo Blaise-Pascal, da qualche anno propone ai suoi studenti uno scambio linguistico con l’Italia. Lo scorso novembre il Liceo avrebbe dovuto accogliere i giovani italiani provenienti da Bari, in Puglia, la regione più orientale dello Stivale. Gli attentati di Parigi e lo stato di allerta avevano purtroppo costretto a rimandare lo scambio. A fine aprile gli italiani, accompagnati dalle loro professoresse, la Signora Pasculli e la Signora Pappalettera, sono arrivati con il loro buon umore e la loro comunicativa. Gli abitanti di Segré   li hanno accolti subito con il cielo soleggiato di Anjou, molto caldo di giorno, piuttosto fresco di sera. Qualche giornata al liceo con I loro  corrispondenti francesi e gli italiani si sono convinti della qualità dell’ accoglienza.

Una mattina hanno partecipato a una attività di “biodiversità”,  piantando diversi arbusti di essenze locali mellifere e fruttifere che di conseguenza  favoriscono  la vita di insetti (specialmente le api), uccelli e piccoli mammiferi.
La visita a Mont Saint-Michail ha messo in collegamento la rocca normanna con il santuario di Monte Sant’Angelo situato nella loro regione.
Un pomeriggio è stato consacrato alla visita del castello di Montiercrolles a Saint-Quentin-les-Anges. Sotto la supervisione del Signor  Billiaud, proprietario appassionato e guida emerita di questo castello, gli allievi sono stati catapultati nel XVI sec. con Pierre de Rohan. Questo maresciallo di Francia, di ritorno dalla campagna d’Italia rimaneggiò questa dimora con importanti elementi architettonici ispirati al Rinascimento italiano.
Il resto della settimana è stato fitto di altre visite: la tappezzeria dell’Apocalisse ad Angers, il mercato e il municipio di Segrè.
L’ultima  sera al Liceo,  tutte le famiglie ospitanti hanno permesso ai giovani baresi di gustare I piatti locali preparati dagli ospiti. L’insegnante continua lo scambio oltre questa settimana, i suoi allievi, infatti, si recheranno subito a Bari. Essi incontreranno i giovani del Liceo “E. Fermi” che faranno scoprire loro le ricchezze della Puglia e del suo capoluogo di 400.000 abitanti.
 
Le Haut-Anjou 13  maggio 2016

Allegati:
Scarica questo file (italia-francia.JPG)Scambio culturale italia-francia[Articolo ]184 kB